panorama dal Dobratsch

Escursione sul Dobratsch in Austria

Escursione sul Dobratsch, una domenica alternativa in mezzo alla natura

 

Se è inverno, è una bellissima giornata di sole, non c’è vento e non sapete cosa fare, prendete la macchina e dirigetevi in Austria.
Appena fuori Villach c’è una bellissima passeggiata sulla neve, immersa in mezzo alle montagne, adatta a tutta la famiglia (basta non avere fretta) che vi porta in cima a quello che è definito “il miglior belvedere della Carinzia”, ovvero il Monte Dobratsch.

Come arrivarci
Arrivando in autostrada, a Villach prendere l’uscita Warmbad ed entrare in città.
Appena passato il primo semaforo, prendere la primissima strada a destra e continuare dritti per un paio di Km.
Una volta passati sotto al cavalcavia, prendere la prima strada a destra e proseguire sulla Alpen Strasse fino al parcheggio in cima al Monte Dobratsch.
Per avere un punto di riferimento, sappiate che dovrete passare affianco ai trampolini da sci.

mappa Dobratsch

Attrezzatura
Scarponi da montagna, occhiali da sole, pantaloni comodi, guanti, macchina fotografica e se volete uno slittino.
Le ciaspole non sono necessarie, il sentiero è battuto (questo a meno che nei giorni precedenti non sia caduto mezzo metro di neve).

Da dove si parte
Con la macchina dovete salire in cima al monte Dobratsch percorrendo la Alpen Strasse.
Sono 16.5 km di strada di montagna (quindi a curve), gratis in inverno, a pedaggio in estate.
Gli austriaci sono molto precisi e la strada, anche in inverno, è sempre pulita. E’ però obbligatorio avere le gomme da neve o le catene a bordo.
Si consiglia di salire abbastanza presto (diciamo entro le 9.30) perchè è una meta molto amata dagli austriaci e sebbene il parcheggio in cima sia grande, si riempie velocemente.
Nel caso in cui arrivati in cima, il parcheggio fosse pieno, dovrete scendere a uno di quelli incontrati lungo la strada e fare un pezzo di strada a piedi.

la partenza della camminata sul Dobratsch

La passeggiata
Si parte dal parcheggio e si arriva fino al rifugio in cima al monte Dobratsch.
La passeggiata copre un dislivello di poco più di 400 mt ed è lunga circa 3 km.
Si, la strada è quasi tutta in salita, ma si tratta di una salita dolce, niente di troppo impegnativo. E’ adatta anche a bambini ed anziani.
Lungo il percorso ci sono dei bastoncini numerati che vi indicano quanta strada ancora vi manca per la cima: partono dal 180 per arrivare, ovviamente, a 0.
Troverete molti sportivi che salgono con gli sci ai piedi per poi scendere facendo fuori pista in tutta tranquillità.
I più, però, salgono trainandosi dietro uno slittino in modo da rendere il ritorno velocissimo e molto divertente!
La cima inizia a scorgersi solo a metà del percorso. Il rifugio resta coperto fino all’ultima curva, ma già da prima si vede la chiesetta e la grande antenna (dietro cui è nascosto il rifugio).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il panorama
Più salite più il panorama si fa stupendo.
La zona circostante è una distesa di neve bianca che crea salite e discese, intervallata ogni tanto da qualche albero o una piccola casetta.
Se allargate il vostro orizzonte, sotto di voi potrete vedere Villach e, poco distanti, i tre laghi: il Wörthersee, il Weissensee e l’Ossiachersee.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il rifugio
Quando finalmente giungerete in cima al Dobratsch non vedrete l’ora di precipitarvi dentro al rifugio perchè anche se la giornata era priva di aria, in cima c’è sempre un po’ di vento che ti sferza il viso e ti congela il naso.
Il rifugio è stato ricostruito nuovo un paio di anni fa (è possibile sfogliare un libro che racconta la storia e fa vedere la sua costruzione passo per passo). Posto al sole, tutto legno e vetrate e con una cucina fantastica.
Il menù è essenziale, qualche zuppa, un paio di secondi e ovviamente birra e dolci.
L’ultima volta che sono stata ho preso un dolce (il nome giuro non l’ho capito) composto da 3 gnocconi ripieni… una delizia!
Il ripieno era simile a quello dello strudel, solo molto più saporito. Fuori erano innondati di burro fuso e cacao… buoni da morire!
Si, uno strappo alla dieta è concesso visto che la salita ci ha fatto consumare abbastanza calorie!

Questo slideshow richiede JavaScript.

La chiesetta
E’ possibile salire fino alla chiesetta subito sopra al rifugio.
La chiesa è chiusa, ma aggirandola potrete ammirare anche la valle sull’altro versante della montagna.
Dalla chiesetta si scorge un’altro campanile poco distante!
Le due chiese sulla cima del Dobratsch, questa e quella che si vede poco distante, sono le più alte delle Alpi Orientali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La discesa
La discesa non vi sarà mai sembrata così bella, soprattutto se avete uno slittino e potete arrivare giù in un secondo, ovviamente schivando quelli che stanno ancora salendo.

Tempi
Ovviamente il tempo di percorrenza dipende dal passo, dalla presenza di bambini e slittini, dal vostro livello di allenamento e dal numero di fermate per fare foto e riprendere aria.
Vi direi che in linea di massima la cima del Dobratsch è raggiungibile in circa un’ora e mezza o due.

Una passeggiata non impegnativa, circondati da un panorama unico, aria fresca e pulita, in cima un rifugio con una cucina da urlo… cosa si può volere di più?!

Provare per credere!

Ovviamente la passeggiata si può fare anche in primavera, estate e autunno, ma secondo me la neve rende tutto più magico!

Ah, se prima di partire volete controllare il livello di neve che troverete in cima al Dobratsch, cliccate qui per il link diretto alle webcam.

Per maggiori informazioni sulla Villacher Alpenstrasse, cliccate qui.

Share This:

Autore dell'articolo: thatsme

1 thought on “Escursione sul Dobratsch in Austria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.