spiaggia Kato Lakos Karpathos

Vacanze in Grecia: la guida di Karpathos

Karpathos è un piccolo angolo di paradiso, dove il tempo sembra essersi fermato.
Noi ci siamo stati 3 anni fa e ce ne siamo perdutamente innamorati… non a caso è tutt’ora la mia isola greca preferita!

dove si trova
Karpathos è una delle isole più meridionali della Grecia. Si trova tra Rodi e Creta.
Riconoscibilissima per la sua forma lunga e stretta, è piccola e perfetta per essere girata e scoperta durante le vacanze.
Il Meltemi, il vento, soffia dalla mattina alla sera senza sosta.

come arrivare
Noi, siamo partiti dal Lubiana con la Adria Airways.
Il volo ha come meta finale Rodi, ma fa scalo a Karpathos.
L’aeroporto, piccolissimo, si trova nella parte più a sud dell’isola, ovvero l’unica pianeggiante, ma anche la più ventosa, quindi preparatevi perchè l’atterraggio sarà piuttosto “ondeggiante”.

mappa Karpathos

dove alloggiare
I paesini dove poter alloggiare sono tanti.
Noi abbiamo pernottato ad Amoopi, che si è rivelata essere la soluzione migliore per diversi motivi

  • si trova in una posizione perfetta per poter girare l’isola
  • ha due spiagge principali, una di sabbia e una di sassi, ma entrambe stupende e con un mare da sogno, quindi se un giorno non avete voglia di girare, potete tranquillamente passare una bellissima giornata a due passi dall’albergo
  • Amoopi è difficile considerarlo un paesino perchè pressochè privo di negozi, ma ha tante taverne, tipicamente greche, dove la cucina è ottima
  • vicinissima alla capitale, Pigadia (10km). in 10min con il quad/macchina/scooter, arrivi a Pigadia. Pigadia ha un bel porticciolo ricco di negozi, locali e taverne. Perfetto per una passeggiata serale.

Anche Pigadia può essere una buona soluzione, ma qui le spiagge non sono molto belle, probabilmente anche per la vicinanza al porto, e gli hotel sono più grandi e meno in stile greco (i villaggi internazionali li trovate qui).
I paesini a nord e a ovest io mi sento di sconsigliaveli, perchè più scomodi per girare l’isola e più distanti dalle principali spiagge.

mezzi di trasporto
La prima cosa da fare quando si arriva a Karpathos è noleggiare una macchina/scooter/quad e procurarsi una cartina dell’isola. Karpathos è un’isola che va girata e vissuta e non ricordo di aver visto mezzi pubblici!
Io vi consiglio di noleggiare un quad.
Con la macchina rischiate di avere problemi di parcheggio (oltre al forno che diventa dopo che la lasciate tutto il giorno sotto il sole) e con il classico cinquantino (sopratutto se ci andate in due), rischiate di stare un’ora solo per risalire dalla spiaggia alla strada principale (di solito sono stradine abbastanza lunghe e pendenti).
Noi abbiamo noleggiato un quad ad Amoopi, precisamente da Airbike (si trovava in una stradina laterale, no lato mare). Il quad era in ottime condizioni, il prezzo più basso rispetto ad altri noleggi e il personale gentilissimo!

quad Karpathos

le strade
Il bello di Karpathos è che non si può sbagliare strada, ce n’è una sola.
Attraversa l’isola da nord a sud. Nella parte meridionale dell’isola (la più larga) si biforca per poter raggiungere entrambe le coste, ma non vi preoccupate, fa il giro, la strada è sempre, inesorabilmente, la stessa.
Essendo Karpathos un’isola montuosa, la strada corre, solitamente abbastanza alta, quindi per raggiungere le spiagge dovrete abbandonare la principale e iniziare a scendere.
Le strade che portano alle spiagge solitamente sono abbastanza strette (ma comunque asfaltate) e circondate da ulivi e pini marittimi… il profumo è pazzesco!

panorama di KarpathosLa strada che porta a Olympos, nella parte più settentrionale dell’isola corre veramente alta e c’è un vento pazzesco. Noi in quad abbiamo patito il freddo anche con la felpa!
Ah, fate attenzione perchè è niente che girate una curva e vi troviate la strada invasa da capre!
Consiglio spassionato, non avventuratevi, come abbiamo fatto noi sperando in una scorciatoia, in stradine laterali che collegano la costa est con quella ovest per evitare di fare tutto il giro.
E’ sicuro che:

  • mangerete tonnellate di polvere, se siete in quad
  • cani famelici punteranno alle vostre caviglie

 

la benzina
Ecco, fate attenzione al vostro livello di benzina. A Karpathos ci sono 3 benzinai e per qualche assurdo motivo sono tutti nel raggio di 2km uno dall’altro, alle porte di Pigadia.
Per il resto, zero! se finite la benzina ve la dovete fare a piedi!!
Ah, la polizia solitamente la trovate solo in prossimità dei benzinai (o per lo meno era così quando siamo stati noi), quindi traete le vostre conclusioni.

le zone
Karpathos è bella perchè è varia.
La costa est (diciamo la metà meridionale) è quella con le spiagge più belle (clicca qui per sapere quali sono le spiagge più belle di Karpathos), per lo più di sassi, attrezzate e con un mare dalle mille sfumature di blu che lascia senza fiato. Si tratta di piccole calette, non aspettatevi spiagge chilometriche a Karpathos.

spiaggia Kato Lakos Karpathos
La costa ovest è più selvaggia. Qui soffia forte il vento. Le spiagge sono di sabbia scura e il mare è blu scuro, mosso e ondoso. Ci sono un paio di villaggi di pescatori. Sinceramente, non mi è piaciuta molto come zona, ma i panorami sono molto belli e ci sono dei punti da cui fare delle foto mozzafiato.

costa ovest Karpathos

panorama costa ovest Karpathos
La costa sud è il paradiso dei surfisti, fatta eccezione per la spiaggia di Diakofti, un paradiso caraibico.
La zona meridionale tra la costa est e quella ovest è pressochè disabitata qualche casa ogni tanto, ma per lo più terra, polvere e pale eoliche. Non ci sono neanche vere e proprie strade.

spiaggia Kato Lakos
La parte nord di Karpathos è montuosa, conviene arrivarci via barca, perchè la strada è lunga e non delle migliori.

Olympos
E’ un paesino nella parte più a nord di Karpathos, letteralmente incastonato dentro la montagna e merita una visita.
Qui il tempo sembra essersi fermato.
Non circolano macchine, si può girare solo a piedi “arrampicandosi” su per vicoletti e scalette.
Le case sono tutte bianche e le vecchiette del posto girano in abiti tradizionali.
La vista sulla costa è spettacolare.
Ci sono diversi negozietti che vendono sandali in vera pelle a prezzi stracciati e ninnoli per la casa fatti con i campanacci delle pecore (adorabili!).
Ci sono anche diverse botteghe che vendono olio di oliva e prodotti fatti con esso come saponi, creme corpo e simili.
Olympos è una piccola chicca che ti riporta indietro di 50 anni.

olympos

Olympos panorama

costa di Olympos

dove e cosa mangiare
Io adoro la cucina greca, quindi in vacanza cerco solo ed unicamente taverna con cucina tipica.
Il bello di Karpathos, che non ho riscontrato in altre isole, è che sono super ospitali: come benvenuto ti portano sempre del pane e del patè di olive nere che è la fine del mondo e a fine cena ti offrono sempre o della frutta o un dolcino. La mancia la lasci proprio volentieri.
Le mie taverne preferite a Karpathos, le trovate qui.
Sicuramente il mio piatto preferito è il gyros. Adoro la pita, la carne saporita, lo tzatziki, tutto proprio!!

gyros
Io sono più che altro carnivora, e ho adorato Karpathos, ma in generale la Grecia, perchè cucinano tantissima carne alla brace, come i suvlaki (spiedini di maiale o di pollo).
Ovviamente per gli amanti del pesce, ce n’è sempre di fresco.
Per uno spuntino leggero consiglio le bruschette con pomodoro e feta o le insalatone con feta, cetrioli, pomodori e cipolla (potete chiedere che non ve la mettano!)
Se, invece, volete esagerare allora comincerei con il saganaki, del formaggio fritto saporitissimo e super goloso, continuerei con la mussaka o il pastissio e concluderei con una fetta di baklava, un dolce tipico fatto di pasta sfoglia, mandorle e miele. Mangiare e morire.

cosa non dimenticare a casa
In valigia, a parte le solite cose per le vacanze al mare, non dovete dimenticare:

  • scarpine da scoglio, perchè vista la quantità di spiagge di sassi, vi torneranno sicuramente utili
  • maschera e boccaglio per fare snorkeling
  • una felpina da usare la sera perchè c’è sempre un po’ di vento
  • un kway se avete intenzione di noleggiare un quad perchè se solo siete un po’ freddolosi vi torna utile

Bene, questo è quanto.
Continuate a seguirmi per conoscere le spiagge più belle di Karpathos e…
buona vacanza!

Share This:

Autore dell'articolo: thatsme

3 thoughts on “Vacanze in Grecia: la guida di Karpathos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.