Mappe e aeroplanini

E’ un paio di giorni che la mia bacheca di Facebook è invasa da mappe e aeroplanini, di amici e parenti che si mettono in viaggio per tornare a casa per Natale.
Questa è proprio una di quelle cose che adoro del Natale e che nessun’altra ricorrenza riesce a fare.
A Natale si torna a casa.
Che tu viva dall’altro capo del mondo, che tu non vada poi così d’accordo con la famiglia, che tu non creda nel Natale… in ogni caso torni a casa.
Natale è famiglia, è un pranzo di 12 ore con i parenti, è la tombola a 10cent a cartella, è l’osso della carne passato di soppiatto al cane, è il caminetto accesso, è lo zio che si addormenta sul divano, è il pino che odora di bosco, è la nonna che ti chiede se hai mangiato abbastanza, è il profumo dei biscotti appena sfornati… è sentirsi a casa, amati, felici.
Consci che per quanto possa essere incasinata, stancante, assillante, la tua famiglia è pur sempre la tua famiglia.
… e così ieri, guardano la bacheca di Facebook, mi immaginavo tutte queste lineette tratteggiate che si mettevano in viaggio, da ogni parte del mondo, per tornare a casa.
E’ stata una sensazione bellissima.

Share This:

Autore dell'articolo: thatsme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.