Tutta la magia del Messico

Del Messico non dimenticherò mai i colori, la luce accecante, gli alberi e la sensazione provata di trovarmi su un altro mondo, in un altro pianeta.
E’ stata la mia prima volta ai Caraibi e la mia prima volta in un luogo tropicale.
Arrivata la sera, la mia vacanza è iniziata la mattina dopo, quando grazie al jet lag alle 5 ero già sveglia e fuori iniziava a fare giorno.
Maglietta, pantaloncini e fuori, attraverso la pineta di palme, sulla sabbia bianca e sofficissima, fino al mare dove stava sorgendo il sole… un momento magico, unico, lì ho capito che avrei amato il Messico.

alba in Messico - That's Smart WayPer una settimana, ho continuato a meravigliarmi minuto dopo minuto, era sempre una sorpresa, perchè il Messico è veramente unico, e veramente diverso da quello a cui ero abituata.

Il mare in Messico è un arcobaleno di colori
Il mare cambiava colore di continuo, ma non era il nostro mare che è tutto di un colore, al massimo due, lì era un mix, scie di colori diversi che si incrociavano, cambiavano e rendevano il mare sempre diverso. L’acqua era prima trasparente, poi verde, azzurra, turchese, blu, e come cambiava il sole cambiava anche lei ed era uno spettacolo magnetico, almeno per me 🙂

Le foto sono state scattate tra Playa del Carmen e Tulum.

Ma questi sono alberi?!
Quando uno pensa al Messico, pensa ad un paesaggio desertico con Cactus sparpagliati qua e là.
La penisola dello Yucatan e del Quintana Roo, non è per nulla così. E’ verde, rigogliosa, c’è la foresta con alberi diversi dai nostri, molto diversi!
Tanto per iniziare gli alberi sono tutti enormi! Alcuni hanno forme veramente strane, tutti aggrovigliati… di sera erano anche un po’ inquietanti con le fronde lunghe che si muovono al vento, sembrano appena usciti da un film dell’orrore.
Per la prima volta in vita mia ho visto l’albero della gomma e le mangrovie, oltre a palme a non finire, ovviamente!

Per chi non lo sapesse, l’albero della gomma è quello nella terza foto.

In Messico anche gli animali sono diversi
Gli animali erano la cosa che più mi faceva credere di essere in un altro mondo. In una settimana avrò visto si e no due cani e nessun gatto (!!), per le vie di Playa del Carmen la gente girava con scimmiette a guinzaglio e serpenti sulle spalle.
Ok, le aragoste, i pescetti colorati, i delfini, le tartarughe giganti, i coccodrilli sono animali che conosco, ma poi…
Quelli che potevano sembrare merli, in realtà erano più snelli e avevano una coda molto lunga.
In giro per l’hotel non c’erano i soliti gatti, ma gli agouti, una famiglia intera, con tanto di cucciolini e ogni tanto vedevi la processione che si spostava da un cespuglio all’altro… dolcissimi!
A Tulum abbiamo conosciuto i coati (credo!) con le loro codone erano immersi nella vegetazione e stavano facendo incetta di noci di cocco, golosissimi e per nulla spaventati dagli uomini.
E poi, ovviamente, gli iguana, si, li conoscevo, ma in Messico ce ne sono tantissimi, ovunque. Alle rovine di Tulum ce n’è un vero esercito, spaparanzati al sole, fermi immobili come statue oppure leggermente più attivi, ti attraversano la strada con una lentezza esasperante… e sono giganti, dei mini draghetti!

Al tramonto non sono magici solo i colori
Non dimenticherò mai l’ora del tramonto a Valladolid.
Ero in un negozio, vicino alla piazza centrale, a contrattare sul prezzo di un sacchettino di peperoncini Habanero, era tutto tranquillo e poi l’esplosione.
Nel momento in cui il sole ha iniziato a tramontare e il cielo a tingersi di rosso, nell’aria è esploso un coro di cinguettii, un rumore assordante, realmente assordante.
Gli alberi della piazza erano pieni di uccellini che hanno iniziato a cinguettare tutti assieme. Non avevo mai assistito a una cosa del genere, ricordo di essere uscita incerta dal negozio per capire cosa stava succedendo, e niente… semplicemnte stava tramontando il sole. Penso che questo sia stato uno dei momenti più belli della vacanza in Messico, un ricordo indelebile…. quindi se andate in Messico, magari una capatina al tramonto a Valladolid, fatela!

tramonto Messico - That's Smart Way

Questo non è il tramonto di Valladolid, ma è il tramonto dell’ultimo giorno in Messico, nella riserva di Sian Ka’An.

Per una settimana  ho continuato a restare a bocca aperta (giuro!), a volte avevo veramente difficoltà a realizzare che ero solo a 10 ore di volo da casa, perchè, si, il Messico è veramente magico!

Share This:

Autore dell'articolo: thatsme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.